Caregiver familiari e tutele: a che punto è l’Italia

25 ottobre 2023 Studi e ricerche
Caregiver familiari e tutele: a che punto è l’Italia
La figura del caregiver familiare, in relazione al continuo invecchiamento della popolazione, sembra essere sempre più importante per la gestione delle persone non autosufficienti. Tuttora, però, questo ruolo non è ancora del tutto riconosciuto a livello giuridico e sociosanitario.
Vediamo qual è la situazione in Italia e quali sono i prossimi passi che il nostro Paese ha intenzione di compiere per tutelare queste risorse preziose.
 

Chi sono i caregiver familiari?

I caregiver sono persone che, gratuitamente, forniscono assistenza e cure a un membro della famiglia malato, anziano, disabile o che necessita di supporto a lungo termine perché non autosufficiente. Queste persone dedicano il loro tempo e le loro energie alla cura dei loro cari in difficoltà, svolgendo una serie di compiti che richiedono impegno e devozione.
Generalmente rappresentati da persone adulte, anche in là con l’età, i caregiver che si occupano dei familiari malati sono per lo più lavoratori che devono prendersi cura dei genitori anziani, spesso donne in molti casi costrette e dover sceglier tra l’assistenza o il lavoro.
 

La situazione in Italia

Da una ricerca condotta da Boston Consulting Group e Jointly, in Italia risulta ci siano più di 7 milioni caregiver che considerano la presa in carico del familiare come un secondo lavoro, che arriva ad occupare anche fino a 20 ore a settimana. Il costante invecchiamento della popolazione non fa che accrescere questo tipo di bisogno, necessario a causa della mancanza di altri aiuti.
Dal punto di vista lavorativo, molti caregiver si ritrovano a dover lasciare il proprio impiego per poter prendersi cura della persona malata o disabile in quanto, per ora, la cultura aziendale italiana sembra non preoccuparsi di questo problema sociale. La vera difficoltà, però, risiede nell’assistenza domiciliare pubblica, a cui una sola persona su quattro riuscirebbe a rivolgersi.
Senza dubbio una colonna portante della rete sanitaria italiana, i caregiver familiari troppo spesso risentono di diversi problemi dal punto di vista sia fisico sia psicologico. È quindi necessario che vengano apportate delle modifiche nella tutela di tale categoria.
 

Le tutele attuali e le idee per il futuro

Allo stato attuale, chi svolge il ruolo di caregiver è riconosciuto solo parzialmente come tale e le tutele a lui dedicate sotto il punto di vista normativo, sociale e comunicativo sono incomplete. Sono in vigore alcune leggi regionali o finanziare che tentano di standardizzare questa professione, ma sono sicuramente solo una parte delle regolamentazioni che sarebbero necessarie.
Dal punto di vista nazionale, però, nonostante alcune proposte di legge in passato, non è stato ancora preso nessun provvedimento. Una situazione tale per cui il Comitato ONU sui diritti delle persone con disabilità, nel 2022, ha condannato l’Italia per la mancanza di tutela giuridica nei confronti dei caregiver. La legge, infatti, è ferma al 2017, precisamente al comma 255 dell’Art. 1 della Legge n. 205 che stabilisce solamente come definire il caregiver familiare.
A esporsi sul tema ci ha pensato la ministra per le disabilità Alessandra Locatelli durante un convegno presso la Camera dei Deputati a maggio 2023, promettendo un tavolo interministeriale che possa definire una norma a riguardo. Una necessità impellente, che potrà finalmente superare tutte quelle proposte di legge fino adesso solamente depositate.

PrivatAssistenza: un aiuto specializzato a domicilio per i caregiver familiari

Prestare assistenza quotidiana a una persona disabile è un impegno gravoso e sottopone il caregiver a un carico emotivo e di responsabilità che può portarlo a trascurare i suoi bisogni e causargli un malessere profondo, il cosiddetto stress del caregiver. 
Per questo motivo, può essere utile chiedere aiuto a realtà specializzate che affianchino la famiglia in questo delicato compito di cura. Un supporto in questo senso può arrivare da PrivatAssistenza, che mette a disposizione operatori socio-assistenziali come badanti e OSS (Operatore Socio-Sanitario), figure qualificate in grado di occuparsi di tutte le necessità dell'assistito offrendo alle famiglie il sostegno di cui hanno bisogno.
Sei un caregiver familiare e hai bisogno di aiuto per prenderti cura di un tuo caro? Contatta il centro PrivatAssistenza più vicino a te.
 

Ultimi articoli del Blog


Telecardiologia: innovazione e cura per la salute cardiaca degli anziani

La telecardiologia permette il monitoraggio cardiaco a distanza, ideale per gli anziani. PrivatAssistenza offre servizi di telecardiologia e diagnostica domiciliare, garantendo assistenza cardiologica continua. Contatta il centro più vicino per elettrocardiogrammi e monitoraggio remoto.

Piaghe da decubito: cosa sono, chi ne è colpito, come curarle e prevenirle

Le piaghe da decubito, o ulcere da pressione, sono lesioni cutanee comuni nei pazienti allettati. Scopri cause, trattamenti e prevenzione su PrivatAssistenza, il network nazionale per assistenza domiciliare ad anziani e disabili. Visita il nostro shop online per prodotti e ausili selezionati.

Insufficienza respiratoria acuta negli anziani: un'epidemia silenziosa e il ruolo cruciale del supporto domiciliare

L'insufficienza respiratoria acuta è una crescente causa di ricoveri tra gli anziani. Il supporto domiciliare è cruciale per gestirla efficacemente, riducendo i ricoveri e migliorando la qualità della vita. Scopri i nostri servizi di assistenza domiciliare per un supporto completo e personalizzato.